Il Borzoi o Levriero Russo: si consiglia la gentilezza…

Il Russkaya Psovaya Borzaya, meglio conosciuto come Borzoi o Levriero Russo, da circa 9 secoli fa parte integrante della storia e della cultura nazionale della Russia. In principio le popolazioni ricorrevano al suo aiuto per difendersi dai lupi, poi con il tempo è diventato il cane dell’aristocrazia russa. La cronaca francese dell’XI secolo racconta infatti che tre Borzoi seguivano la figlia del Granduca di Kiev, Anna Iaroslavna, quando giunse in Francia per sposare Enrico I. L’Aristocrazia russa ha allevato questa razza – nota in America anche come Wolfhound Russo – per centinaia di anni. Il primo standard di razza, che non differisce troppo dall’attuale, è stato scritto nell’anno 1650. Dal 1861 la caccia con il Borzoi era considerata sport nazionale dell’aristocrazia russa e lo sviluppo della razza aveva raggiunto a quell’epoca livelli ineguagliabili. Le squadre di caccia erano composte da un cane maschio e due femmine e alle battute partecipavano centinaia di Borzoi. Sono stati ritrovati alcuni resoconti delle spedizioni di caccia dei sovrani mongoli ai tempi di Gengis Khan nel XIII secolo nei quali viene menzionato un cane molto simile al Borzoi.

Il Borzoi o Levriero Russo: si consiglia la gentilezza…

Aspetto
Il Borzoi è un cane dall’aspetto nobile ed elegante nei movimenti. È di grande taglia con un corpo magro, muscoloso e leggermente allungato. Ricordano al primo sguardo i suoi cugini medio orientali, come il Saluki o il Levriero Afgano.

Temperamento
Il Borzoi è atletico, agile, forte e veloce. È famoso per la sua calma, intelligenza, equilibrio ed indipendenza. Sono facilmente addestrabili anche se, pare, imparino con lentezza i comandi. Per la sua sensibilità caratteriale è meglio non usare atteggiamenti duri per educarlo. Sono gentili e amorevoli e pertanto vanno piuttosto d’accordo con i bambini (se educati al rispetto degli animali) e con gli altri animali eventualmente presenti in casa a patto che siano cresciuti insieme. Come tutti i levrieri ama la corsa, per cui è fondamentale assicurargli esercizio fisico regolare, accompagnato da lunghe passeggiate. Pur essendo molto affettuoso nei confronti del padrone, resta tuttavia contenuto nelle sue manifestazioni. È riservato nei confronti degli estranei. Potrebbe avere la tendenza ad inseguire qualsiasi cosa si muova, per tale motivo se si vive in una città è buona regola portarlo al guinzaglio (discorso valido del resto per tutti i cani).

Impiego
Le sue doti atletiche lo rendono adatto al coursing, agility e obedience oltre che alle gare di bellezza.

Standard di Razza
Altezza al garrese: maschi 75 – 85 cm; femmine 68 – 78 cm
Peso: da 35 a 45 kg
Pelo: setoso, soffice, morbido e ondulato; sul corpo è abbastanza lungo;
Colori: tutte le combinazioni di colori, uniformi o pezzati

Curiosità
Il Borzoi era il cane delle celebrità russe, compresi zar e poeti: possedevano questo elegante levriero Ivan il Terribile, Piero il Grande, Nicola II, Pushkin, Turgenev.