Bulldog Inglese, il cane preferito dalle star

Le razze di cani rientranti nel genere Bulldogs (Molossi, Alaunt, Bullenbeisser, ecc.), viventi in Europa tra il 1600 e la fine del 1800, venivano utilizzati per la difesa delle mandrie e della casa, per proteggere il carico di merci dei viandanti, come cani da guerra o da caccia e così via. Poichè la razza si era messa in luce per un coraggio, una ferocia e una forza fisica incredibili, ecco che gli antenati del Bulldog furono pian piano utilizzati nel Regno Unito anche nelle battaglie contro i tori (e da qui il nome: “cane toro“), considerato all’epoca come uno sport qualsiasi.

Ma i Bulldog erano anche estremamente fedeli e leali nei confronti del loro padrone e così, quando nel 1835 i combattimenti dei cani diventarono illegali in Inghilterra, gli amanti di questa razza – per evitare che andasse estinta – si impegnarono a preservarla. Iniziarono quindi le selezioni per eliminare le caratteristiche indesiderabili della razza, come la ferocia e l’aggressività, e preservare ed accentuare, invece, quelle più piacevoli come forza, lealtà e fedeltà. E fu così che è “nato” il Bulldog come lo conosciamo oggi e che è diventato il cane simbolo della Gran Bretagna (e di Winston Churchill).


Aspetto
Il Bulldog è un cane talmente particolare che è impossibile non riconoscerlo: è tarchiato, basso di statura e robusto, con una testa larga, muso corto e prognatismo della mandibola, presenta spesse pieghe della pelle sulla fronte e sul muso, ha gli occhi rotondi, labbra cadenti e denti aguzzi; il pelo è corto e aderente alla muscolatura molto sviluppata. In estrema sintesi: 25 kg di simpatia e fascino.

Temperamento
Il Bulldog è amichevole, ubbidiente, gentile ed equilibrato. Non ama molto uscire, ma adora mettersi a dormire sul divano anche per tutto il giorno, preferibilmente con la televisione accesa (russa rumorosamente e fa rumori “bizzarri”). È affettuoso e crea un legame molto forte con il padrone e con tutti i componenti della famiglia, soprattutto con i bambini. Sbava molto, soprattutto dopo aver mangiato o bevuto. Occorre fare molta attenzione al caldo, perché, per via delle canne nasali corte, ha delle difficoltà respiratorie che non gli permettono di termoregolarsi bene, per cui è molto soggetto ai pericolosi colpi di calore a volte anche con drammatiche conseguenze. È un ottimo cane da compagnia e, grazie al suo coraggio, anche un discreto cane da guardia.

Curiosità: 
Il Bulldog è il cane preferito da star come Shemar Moore (Shug e Moe), Emma Stone, Pink (Elvis), Adam Sandler che ne ha tre (Matzoball, Meat Ball e Babu), Ozzie Osbourne (Jack), Reese Waterspoon (Frank Sinatra), Angiolina Jolie Pitt (Jacques), Will Smith (Rockefeller), Charlize Theron, ma anche il “nostro” Valentino Rossi, che ne possiede due (Cesare e Cecilia) e la lista potrebbe ancora continuare…

Foto by Facebook