Saluki, il nobile corridore dell’antichità

Si tratta di una delle più antiche razze di cane esistenti al mondo. Conosciuto anche come Levriero Persiano, se ne ha notizia dal 329 a.C. quando Alessandro il Grande invase l’India. Ma sono state ritrovate tracce del Saluki, ancora più risalenti nel tempo, sia nelle tombe egizie del 2100 a.C., dove veniva mummificato insieme ai Faraoni. Maggiori e più antiche tracce sono state, però, rinvenute proprio nella zona centrale dell’Iran (Golpayegan, Khomein, Susa) in alcune pitture rupestri (8000-10.000 a.C.) nelle quali cani molto somiglianti al saluki accompagnavano i cacciatori nella caccia con il falco e in ceramiche (4200 a.C.) ove erano dipinti alcuni Saluki durante la caccia alla gazzella o sdraiati a bordo piscina.

I primi esemplari di Saluki furono portati dall’Iran in Inghilterra nel 1840 e per tale motivo presero il nome di Levrieri Persiani. È del 1923 il primo standard ufficiale europeo di questa razza, mentre negli Stati Uniti è stato ufficialmente riconosciunto dall’American Kennel Club nel 1927.

Temperamento:
Il Saluki ha un carattere indipendente, vivace e con un istinto di caccia appassionato. Come tutti i Levrieri è molto veloce nella corsa (può superare i 50 km orari) e pertanto deve essere educato sin da cucciolo all’obbedienza, perché non risponde immediatamente al richiamo del padrone. Ciò rischia di essere molto pericoloso per la vita del cane, soprattutto se si abita in città dove circolano moltissime automobili. Ama correre più di ogni altra cosa al mondo, pertanto ha bisogno di attività fisica costante per sfogare tutta la sua energia.

E per attività fisica non si intendono solo lunghe passeggiate, ma bensì corse all’aria aperta. Dopodiché vuole tornare subito a casa e dormire per il resto della giornata, magari su un bel letto ricoperto dai suoi adorati cuscini. Non ama restare troppo tempo da solo, poiché la solitudine lo rende stressato e “distruttivo”. È leale, sensibile e fedele verso il padrone, ma non ha grandi dimostrazioni di affetto come altre razze. È socievole con gli altri cani e anche con i gatti, specialmente se sono cresciuti insieme (non lo sono invece con i conigli, uccelli o scoiattoli). È molto riservato con gli estranei, ma non aggressivo. Il Saluki è un ottimo cane da compagnia che vive bene in appartamento anche perchè, come tutti i Levrieri, non ha odore.

Aspetto
E’ di taglia medio-grande. Come tutti i Levrieri possiede una eleganza innata e un aspetto fiero e nobile. È fisicamente molto asciutto e filiforme, ma solido.

Impiego
La sua attitudine è quella del cacciatore a vista, ma il Saluki può essere ottimamente impiegato nel coursing e nell’agility. Per il suo temperamento equilibrato e mai aggressivo può essere utilizzato con successo anche nella pet terapy.

Standard di Razza
Altezza al garrese: i maschi tra 58 e 71 cm, le femmine proporzionalmente più piccole
Peso: tra 18 e 27 kg
Collo: lungo, elastico e ben muscoloso
Occhi: da scuri a nocciola, brillanti, larghi e ovali
Orecchie: lunghe, ricoperte da peli lunghi e serici, aderenti al cranio
Pelo: liscio e di tessitura soffice con frange nel posteriore delle cosce ;
Colori: ogni varietà di colore e combinazione
Coda:ben fornita di frange con lunghi peli non arruffati, inserita bassa e portata naturalmente con un curva
Curiosità
La tradizione medio orientale vuole che il Saluki non debba essere acquistato, ma donato ad un amico o ad un ospite come segno di stima ed amicizia.

Foto by Facebook