Andaluso, il cavallo dei Re dalle qualità atletiche eccezionali

Il Cavallo Andaluso, noto anche come “Pura razza Spagnola“, è originario dell’Andalusia, una delle 17 Comunità Autonome situata al sud della Spagna. La tradizione vuole che discenda sia dai Cavalli Arabi che da quelli Berberi, giunti in Spagna con i Mori nel 711, e successivamente incrociati con Cavalli Spagnoli. Il patrimonio genetico del Cavallo Andaluso è presente in molte delle razze europee e addirittura americane (grazie a Cristoforo Colombo), poiché questo magnifico cavallo è stato utilizzato proprio per migliorare le altre razze. Per la sua potenza fisica e agilità il Cavallo Andaluso era il cavallo da guerra per eccellenza. Poiché era molto costoso, veniva utilizzato quasi esclusivamente dai Sovrani del tempo e per tale motivo si era guadagnato il soprannome di “Cavallo dei Re“. Questa razza aveva purtroppo rischiato l’estinzione ed è per questo che il Governo Spagnolo, fino al 1964, aveva proibito le esportazioni fuori dal Paese del Cavallo Andaluso.

Impiego
Il Cavallo Andaluso è universalmente noto per le sue eccezionali qualità atletiche sia nel dressage che nel salto, grazie alla sua potenza fisica e alla sua facilità di addestramento. Possiede una versatilità senza pari e può essere utilizzato, con eccellenti risultati, anche per il lavoro con i bovini nelle fattorie e nella caccia; sono anche ottimi cavalli da tiro e da passeggiata.

Aspetto e temperamento
Non ci sono abbastanza aggettivi per descrivere questo straordinario e fiero cavallo. Elegante nei movimenti, è anche molto intelligente, coraggioso, sensibile e facilmente addestrabile. Ha un temperamento tranquillo, affettuoso, socievole, gentile, riconoscente e rispettoso del suo padrone. È fisicamente molto resistente, un esempio perfetto di potenza controllata. È un cavallo incredibilmente equilibrato tanto da sembrare che pensi prima di agire. Anche da adulto conserva uno spirito giocherellone. Occorre cavalcarne uno per avere una precisa idea di quello che le parole non riescono appieno ad esprimere. Raffinato, armonioso e nobile di portamento, l’Andaluso conquista immediatamente gli occhi e il cuore di tutti coloro che lo guardano.

Tratti
Altezza media: maschi m. 1,58 – 1,60 femmine m. 1,56
Peso: circa 570 kg
Muscolatura: compatta e molto sviluppata, soprattutto per i maschi
Occhi: vivaci, ma allo stesso tempo tranquilli e gentili
Criniera e Coda: lunghe, folte, setose e leggermente ondulate
Crescita: termina intorno ai 6 anni (a 2, sembra ancora un puledro)
Manto: denso, spesso, lungo e setoso
Colore: grigio di più o meno scuro, screziato o trota, isabella, baio, nero, sauro, roano

Curiosità
La leggenda vuole che il Cavallo Andaluso sia stato allevato dal Dio Zefiro, Dio del vento dell’ovest, conosciuto universalmente – fin dai tempi antichi – come Pegaso, il cavallo alato: il re di tutti i cavalli del Monte Olimpo.

Foto by Facebook