Guarda il suo cane sbranare un gatto di strada e ride

Una storia assurda di una crudeltà inaudita: un uomo ha guardato il suo cane, un simil Pit Bull, sbranare un gatto di strada con grande complicità. È accaduto a Ravenna

Un uomo di 41 anni di Ravenna, stava portando a spasso il suo cane, un simil Pit Bull femmina di circa 7 anni, quando, in strada, umano e animale hanno incontrato un gatto. Per il felino, appartenente a una colonia regolarmente denunciata, purtroppo non c’è stato scampo: il cane si è avventato su di lui e il proprietario non ha fatto nulla per cercare di evitare lo scontro, anzi, secondo quanto raccontato dai testimoni, si è “gustato” la scena, divertendosi. Il fatto è accaduto domenica 8 ottobre nella tarda mattinata e ora l’uomo è stato denunciato dai carabinieri di Lido Adriano per maltrattamento e uccisione di animali.

Glielo ha fatto sbranare senza muovere un dito

Secondo quanto scritto dal sito www.corriereromagna.it, mentre si trovava nello stradello retrodunale, vicino alla spiaggia e alla colonia (nonché a un parco frequentato da diversi bambini, ndr.), il cane ha iniziato a cercare di prendere alcuni dei gatti presenti. Un primo tentativo è andato a vuoto, ma il proprietario non lo ha richiamato. Infatti, il 4 zampe è tornato alla carica e ha azzannato un micio che stava mangiando, prendendolo per il collo.

C’erano anche testimoni

La persona che ha assistito alla scena (e che poi ha chiamato le autorità e sporto denuncia) ha ovviamente chiesto al proprietario di intervenire più volte, ma il signore in questione si sarebbe messo a ridere. Poi, una volta terminato l’orrore, avrebbe preso la carcassa del gattino lanciandola oltre i rovi prima di allontanarsi. Fortunatamente, in base alla descrizione fornita, i militari sono riusciti a risalire all’identità del proprietario del cane, che presentava anche una vistosa ferita all’altezza dell’occhio destro inferta dal povero gatto nel tentativo di difendersi. Oltre alla denuncia per uccisione e maltrattamento di animali, i carabinieri hanno anche attivato gli organi competenti per verificare come l’uomo si occupa del simil PiT Bull e se è davvero in grado di tenerlo.

Photo Credits Facebook

Commenti

comments