Edoardo Stoppa e Gianluca Di Martino: la verità sulla foto della polemica [VIDEO]

Edoardo Stoppa risponde in un video alle accuse sulla foto che lo ritrae sorridente alle spalle di Gianluca Di Martino, volontario sospettato di aver avvelenato i suoi cani

Da diversi giorni sui social sta girando il video di un volontario di Sapri, Gianluca Di Martino, che secondo le accuse avrebbe avvelenato e poi filmato alcuni dei cani di cui si stava occupando. Il ragazzo, di appena 19 anni, nelle immagini si mostra disperato, piange, chiede aiuto. Ma le polemiche scaturite sono state moltissime, perché gli utenti della Rete si sono chiesti subito una cosa: perché riprendere le sofferenze di un animale invece di correre il più velocemente possibile verso il veterinario più vicino? Dopo le proteste, sono iniziati i controlli nei rifugi gestiti dal giovane campano, che hanno evidenziato per gli animali condizioni igienico sanitarie precarie e senza autorizzazioni, tra Sapri e Rivello. Ma in tutto questo, cosa c’entra Edoardo Stoppa? C’entra perché, dopo i video di Di Martino, è iniziata a girare anche una foto di lui sorridente in compagnia del famoso inviato della trasmissione di Canale 5 Striscia la notizia.

Edoardo Stoppa sorride nella foto

Ovviamente la situazione è molto controversa, perché se c’è chi accusa Gianluca Di Martino, c’è anche chi lo difende. “Non è stato Gianluca ad avvelenare i suoi cani – ha detto una persona che lo conosce bene al sito www.giornaledelcilento.it Non gli avrebbe mai fatto del male, li ama come fossero suoi figli“. La polemica che sta tenendo banco in Rete da settimane, senza contare che il giovane si è sempre professato innocente. Ed è per questo che Stoppa è andato a Sapri.

Edoardo Stoppa e Gianluca Di Martino: la verità sulla foto della discordia [VIDEO]

Non credete a tutto quello che passa sui social

“I social sono importantissimi per chi si occupa degli animali – sostiene l’inviato nel video che potete vedere al termine dell’articolo – ma possono anche essere fonte di grandi fraintendimenti. Non so perché nella foto ci sia solo io, né perché sia stata diffusa, in realtà gli scatti sono stati realizzati in compagnia di diversi volontari e delle forze dell’ordine. Vedrete meglio quando andrà in onda il servizio”. E poi prosegue: “Quello che posso dire ora è che di sicuro adesso il ragazzo sarà seguito perché non succeda mai più niente di brutto agli animali come è successo in passato”.

Photo Credits Facebook

Commenti

comments