“Allevamenti intensivi. Tutta la verità”: i motivi per dire NO a tanto orrore

La LEAL sezione di Modena ha organizzato un dibattito-convegno per sensibilizzare le persone a opporsi fermamente alla realizzazione del progetto di maxi allevamento intensivo che dovrebbe insediarsi nella zona compresa tra Finale Emilia e Bondeno, in Emilia Romagna.

La LEAL Lega Antivivisezionista Sezione di Modena si mobilita contro il progetto di maxi allevamento intensivo di Finale Emilia, della Società Agricola Allevamenti Cascone, che dovrebbe insediarsi nella zona compresa tra Finale Emilia e Bondeno. Sarà un ecomostro, un impianto pensato per un enorme allevamento intensivo di pollame (con 85.000 polli da ingrasso e 60.000 galline) e di suini, che farà posto a 3.000 maiali da produzione (da oltre 30 kg) e 900 scrofe. Questo porterà inquinamento, miasmi, svalutazione immobiliare, pessima pubblicità e un inferno per migliaia di animali come documentato da numerose e recenti investigazioni in decine di allevamenti italiani.

Verranno effettuate trivellazioni per raggiungere le falde acquifere ad uso dell’allevamento: il dibattito è aperto agli esperti in merito al possibile collegamento con gli sciami sismici di questa zona già fortemente provata dall’ultimo terremoto. Ovviamente tutto sarà confezionato come un’operazione che porterà lavoro e opportunità. Per dire un NO consapevole e responsabile a tutto questo, la LEAL sezione di Modena, dopo volantinaggi e presidi, ha organizzato per il 7 ottobre 2017, con l’Osservatorio Civico Ora tocca a noi, una conferenza-dibattito aperta a tutti dal titolo Allevamenti intensivi. Tutta la verità. Relatori di alto profilo documenteranno le ragioni del NO a tanto scempio e orrore.

Maria Cristina Testi, responsabile LEAL sezione Modena, sottolinea: Abbiamo lanciato una petizione che nel giro di qualche ora aveva già raccolto quasi mille firme e ad oggi abbiamo ben più di 62.000 sostenitori, abbiano un buon seguito mediatico e di cittadini sempre più informati su cosa comporti per la salute e il territorio e infatti anche nella vicina Schivenoglia i cittadini al referendum hanno votato per il no ad un allevamento ben più piccolo. Tuttavia la nostra opposizione a ogni tipo di allevamento ha una connotazione etica che per noi è di maggior rilevanza, in quanto la nostra associazione diffonde uno stile di vita vegan che rispetti ogni forma di vita e ci stiamo battendo per modificare una visione di abuso e dominio nei confronti di ogni specie animale.

ORARI & INFO

Sabato 7 ottobre 2017, ore 16:00

C.O.C. via Montegrappa, Finale Emilia

lealmo@libero.it

animalpress@veganok.com

www.leal.it

www.veganok.com

“Allevamenti intensivi. Tutta la verità”: i motivi per dire NO a tanto orrore

Photo Credits: Twitter

Commenti

comments