Storia del cane Timmy, sparito a Bergamo e ritrovato in Belgio: cosa gli è accaduto?

Un cane sparito nei pressi di Bergamo dalla propria abitazione è stato ritrovato a oltre mille chilometri di distanza: era a Bruxelles

Era un giorno come un altro per Timmy, un Border Collie di circa 3 anni, e la sua famiglia a Bergamo. Lui era in casa e, come sempre, aspettava il rientro dei “suoi” bambini da scuola. Poi è successo qualcosa di inaspettato e del 4 zampe si sono perse le tracce. Quando la proprietaria e i figli sono rientrati nell’abitazione che è vicino la ditta di trasporti che possiedono, infatti, di Timmy nessuna traccia. Immaginatevi la sorpresa quando dopo 2 giorni di ricerche, il cane è stato trovato in Belgio, esattamente nella cittadina di Melle.

Il cane era a mille chilometri da casa

Il cagnolone ha dunque percorso oltre mille chilometri da solo, a quanto pare sul cassone di un tir, mentre i suoi proprietari ne hanno percorso ben 2mila avanti e indietro in una sola giornata solo per andare a riprenderselo. Ma come ci è arrivato e soprattutto perché? “Di certo su quel camion — ha detto la proprietaria al Corriere della sera, che vive a Sarnico, in provincia di Bergamo — non ci è salito da solo. È stato preso e caricato volontariamente”. Ora per fortuna l’animale è di nuovo a casa e sta bene, ma i suoi umani, sono ancora sotto shock.

Il tir era nel piazzale

Come abbiamo detto, Timmy è un cane abituato a muoversi tra l’azienda e il piazzale, ma senza allontanarsi mai troppo. Così quando è scomparso sono subito scattate le ricerche. Senza contare che è stato più volte perlustrata anche la zona dove stazionava un tir che, per conto di un fornitore, aveva appena scaricato degli imballi a rendere e che sarebbe ripartito in serata per il Nord Europa. Ad un certo punto, alla proprietaria era anche parso di sentire un guaito flebile provenire dal cassone del camion: ma gli autisti hanno negato di averne visto uno.

Due giorni d’attesa

Poi un ultimo tentativo dopo 48 ore e la telefonata alla ditta belga. “Potete dare un controllatina al cassone? — chiedono i proprietari di Timmy — Dalla visione delle telecamere, si è visto che il cane è stato prelevato”. In realtà non c’era nessuna telecamera, ma tanto basta, perché, una volta giunto a destinazione, dal camion spunti Timmy. Certo, tutto è bene quel che finisce bene, ma l’idea che si sia trattato di un vero e proprio “rapimento”, magari per usarlo come cane da riproduzione nel traffico di animali di razza è comunque grande. E se per Timmy le cose sono andate bene, per molti no. Riflettete bene quando acquistate un cane di razza ed evitate gli allevamenti illegali o gli annunci su Internet. Potrebbero nascondere storie come questa.

Photo Credits Facebook

Commenti

comments