Sylvester Stallone piange il suo cane Spooky: “Riposa in pace”

L’attore americano Sylvester Stallone piange il suo cane Spooky e posta su Instagram un breve e commosso ricordo

Quando si perde qualcuno che si ama, fa male. Anche alle star di Hollywood, quelle che siamo abituati a vedere sorridere dalle copertine delle riviste o dalle pagine social. Stavolta è toccato a Sylvester Stallone che pochi minuti fa ha pubblicato sul suo profilo Instagram una vecchia foto di famiglia che lo ritrae sicuramente più giovane insieme al suo cane, Spooky.

Per Sylvester Stallone è stata una dura perdita

La star scrive: “Rest in peace “Spooky” our wonderful loyal companion that we had for 14 years… tough loss” (più o meno: “Riposa in pace Spooky, il nostro meraviglioso e fedele compagno di vita che è stato con noi per 14 anni… una dura perdita”). Poche semplici parole che in pochi minuti hanno emozionato i fan. Ma che il duro Rambo avesse in realtà un cuore tenere era risaputo. Di recente, infatti, aveva raccontato un aneddoto di quando era giovane agli inizi della carriera e condivideva l’esistenza con Buktus, il suo primo amico a 4 zampe.

Ha sempre amato i cani

“1971… Eravamo entrambi magri – aveva detto Sly – vivevamo in una topaia sopra una fermata della metropolitana, c’erano scarafaggi ovunque, non c’era molto da fare se non passare il tempo. Lì ho iniziato a studiare da sceneggiatore. Ed è lì che mi è venuta l’idea di Rocky, anzi l’idea è stata sua, ma non ditelo a nessuno. Quando le cose sono peggiorate, l’ho venduto per 40 dollari perché non avevo i soldi per comprarmi da mangiare”. Una scelta che, però, non si era mai perdonato. Infatti, appena ha iniziato a guadagnare è tornato a prenderlo. “Certo, il nuovo proprietario sapeva che ero disperato (e ricco, ndr.) e me l’ha fatto pagare 15 mila dollari – ha aggiunto – Ma li valeva fino all’ultimo centesimo”. Ora però è il momento di salutare Spooky, riposa in pace.

Photo Credits Instagram

Sylvester Stallone piange il suo cane Spooky: "Riposa in pace"

Commenti

comments