“Micio d’ufficio 2017”: la nuova campagna AIDAA a favore dei felini

L’Associazione Italiana Difesa Animali e Ambiente (AIDAA) ha lanciato una nuova campagna a favore dei felini: “Micio d’ufficio 2017”, un progetto mirato a far adottare i gatti bisognosi. Non si tratta però di un’adozione come le altre, in quanto gli adottanti in questo caso sarebbero uffici pubblici e privati.

Parte la campagna “Micio d’ufficio 2017” promossa dall’Associazione Italiana Difesa Animali e Ambiente (AIDAA). Il progetto riguarda l’adozione dei gatti da parte di uffici pubblici e privati. Si tratta di un’iniziativa già promossa dall’associazione, ma, tra le novità rispetto agli anni scorsi, viene introdotta la sponsorizzazione diretta delle colonie feline. Due sono le possibilità di adozione previste dalla campagna. La prima è l’adozione diretta di uno o più gatti da tenere in ufficio.

Il micio deve essere gestito attraverso l’individuazione di responsabili che dovranno rispondere della salute e del benessere dell’animale. La seconda proposta di AIDAA è quella dell’adozione a distanza da parte di un ufficio o di una società di una colonia felina riconosciuta versando direttamente a chi si occupa dei mici una quota mensile che permetta di garantire il mantenimento della colonia o le spese legate alla gestione della salute degli animali.

È il settimo anno che AIDAA propone a inizio settembre la campagna “Micio d’ufficio” – afferma Lorenzo Croce, Presidente Nazionale dell’AIDAA – nei primi sei anni abbiamo avuto notizie di oltre 200 aziende che hanno adottato dei gatti o che hanno delle colonie presenti nei loro spazi, ora puntiamo a dare una mano con adozioni a distanza, diciamo una sorta di sponsorizzazioni delle colonie feline, ovviamente il nostro ruolo si limita a mettere in contatto gli adottanti con i responsabili delle colonie, il resto lo gestiscono direttamente tra loro. Obiettivo di quest’autunno trovare casa ad almeno 1000 gatti e sponsorizzare almeno cento colonie.

"Micio d'ufficio 2017": la nuova campagna AIDAA a favore dei felini

Photo Credits: Facebook

 

Commenti

comments