“L’esperto risponde” – Cistite gatto: cosa fare, rimedi e consigli

Nella rubrica settimanale di Velvet Pets dedicata alla salute degli amici a 4 zampe questa settimana parleremo della cistite nel gatto, un’infezione molto diffusa che può diventare fatale se non curata in tempo.

Come per noi umani, anche i gatti possono soffrire di cistite. Si tratta di un’infezione e un’infiammazione della vescica che causa forti dolori all’atto della minzione. Può essere anche emorragica, con presenza di sangue nelle urine e può colpire i gatti di qualsiasi sesso ed età. I soggetti più a rischio tendono ad essere i maschi castrati, in quanto la loro uretra è più soggetta ad esposizione batterica.

CAUSE

Calcoli renali: la presenza di calcoli ai reni o nella vescica bloccano il normale deflusso dell’urina rendendo la minzione difficile e dolorosa.

Cancro: alcuni tipi di cancro della vescica possono limitare le normali capacità delle vie urinarie.

Blocco dell’uretra: a causa di alcuni residui minerali o gonfiori dei tessuti dovuti ad infiammazione, l’uretra potrebbe bloccarsi impedendo la fuoriuscita dell’urina.

Stress: i gatti tendono a somatizzare lo stress e spesso l’organo bersaglio è l’apparato urinario, con alterazioni nelle normali funzioni.

Infezioni e avvelenamenti: l’ingestione di sostanze tossiche e le infezioni virali possono alterare la funzionalità dei reni e della vescica.

Traumi: un forte urto al basso ventre potrebbe comportare gonfiore e tumefazione, bloccando inevitabilmente il flusso urinario;

SINTOMI

I sintomi della cistite nel gatto sono quasi sempre evidenti:

  • dolore nella minzione
  • miagolii di dolore quando il gatto tenta di urinare
  • disuria (difficoltà a urinare)
  • presenza di sangue nelle urine

Quando i gatti soffrono di cistite tendono anche a leccarsi spesso le parti intime e l’addome per cercare di alleviare il dolore e il fastidio. In alcuni casi il gatto potrebbe urinare in posti diversi della casa, poiché associa la lettiera al luogo dove ha sentito dolore l’ultima volta. Per questo motivo è consigliabile non sgridare il gatto quando adotta tale comportamento insolito.

COME CURARLA

Una volta effettuata un’ecografia per escludere la presenza di elementi ostruttivi nell’uretra, sarà necessario eseguire un esame delle urine. In base allo stadio dell’infezione, il veterinario somministrerà un ciclo di antibiotici che andranno a debellare i batteri che hanno causato la cistite. Oltre alla terapia farmacologica è fondamentale prevenire ricadute cambiando il tipo di alimentazione, modificando in questo modo il ph delle urine. È inoltre di fondamentale importanza pulire costantemente la lettiera del gatto, in modo che non vi siano accumuli di batteri.

Cistite gatto: cosa fare, rimedi e consigli

Photo Credits: Twitter

 

 

Commenti

comments