Qual è l’età giusta per addestrare un cane?

Qual è l’età giusta per iniziare ad addestrare un cane? I primi rudimenti possono essere dati attorno ai 3 mesi. Ecco quali sono i primi comandi da impartire e, attenzione: non fate confusione tra educazione e addestramento

Tra le domande più frequenti che vengono rivolte al veterinario che sta facendo la prima visita al cucciolo appena portato in casa, ce n’è una a cui nessun neo proprietario sa rinunciare: “Mi scusi, ma tra quanto posso cominciare ad addestrare il cane?” Sarà la paura di vedere le gambe del vostro divano preferito fatte in pezzi, oppure il timore di trovare il mobile della cucina pieno di bava e di graffi, ma da questo interrogativo nessuno scappa. E la risposta del veterinario, decisa ma garbata, è sempre la stessa: “Ma intende educare o addestrare?”.

Meglio non fare confusione

La precisazione è d’obbligo, perché sono due cose molto diverse. L’educazione, per esempio, può cominciare subito. Dare al vostro amico a 4 zampe delle semplici regole è fondamentale, e prima si comincia e prima arriveranno dei risultati. L’approccio può cambiare a seconda della razza, ma le tecniche base sono più o meno le stesse per tutti. Se invece stiamo parlando di addestramento, allora il discorso è diverso e un cucciolo troppo piccolo non avrà la capacità di capire quello che state cercando di spiegargli.

L’età giusta

Se proprio dobbiamo indicare un’età, quella giusta potrebbe essere attorno ai 90 giorni. Dopo un periodo trascorso in casa (almeno un mese), quando ha imparato a riconoscere la vostra voce e ad avere un corretto rapporto con il cibo, allora è arrivato il momento di cominciare a fare sul serio. I primi comandi? Resta, terra, seduto. Detto ciò, se siete tra quei proprietari che dopo anni non sono ancora riusciti ad addestrare il proprio cucciolone non perdete la speranza. Per imparare c’è sempre tempo.

LEGGI ANCHE: EDUCAZIONE DEL CANE, 10 ERRORI IN CUI È FACILE IMBATTERSI

Photo Credits Facebook

Commenti

comments