Gatto siberiano: scheda del felino

Il gatto siberiano è un gatto di taglia grande a pelo lungo o semilungo. Per le sue caratteristiche è il gatto ideale per chi soffre di problemi di allergia, in quanto non produce la proteina Fel D1, responsabile di molte reazioni allergiche.

Il gatto siberiano è una razza piuttosto rara di felini derivati dalla selezione naturale fra il gatto selvatico dei boschi ed il gatto domestico portato nella Russia siberiana da alcuni coloni nel loro peregrinare, intorno all’anno 1050. Si tratta di un gatto molto forte dalle grandi capacità predatorie.

CARATTERISTICHE

Il gatto siberiano ha il pelo semi-lungo e di solito una struttura fisica forte e massiccia. Si tratta di un gatto molto possente e resistente, dal mantello idrorepellente e cute particolarmente spessa per una migliore termoregolazione corporea. La particolarità di questa razza consiste nella sua totale o quasi incapacità di produzione della proteina Fel D1, prodotta dalle ghiandole sebacee e presente in concentrazioni molto elevate nella saliva dei gatti e che si deposita sul mantello nelle operazioni di pulizia. Per tale motivo è detto anche gatto “anallergico”, in quanto il contatto con questo tipo di felini non genera nessun tipo di reazione allergica negli umani.

ORIGINI

Secondo alcuni ricercatori russi e tedeschi il gatto siberiano è uno dei primi gatti a pelo lungo, progenitore di razze ottenute per selezione naturali quali il Gatto d’Angora, il Maine Coon, il Turco Van e il Gatto Norvegese. Nonostante sia considerato la razza nazionale della Russia e sia prevalentemente diffuso sul territorio russo, non vi sono dati certi sulle sue origini. La sua prima apparizione risale al 1700 ad una mostra felina, ma la sua vera distribuzione è databile 1990.

STANDARD DI RAZZA

Questa razza è stata riconosciuta, oltre che dai club e dalle federazioni dell’ex Unione Sovietica, anche dall’ACFA, dal WCF, dalla F.I.F.e. nel 1997 e dalla T.I.C.A. nel 1998, oltre che altre numerose associazioni indipendenti. Per la classe multicolor è stato accettato come standard dalla CFA nel 2000. In Italia la razza fu riconosciuta dall’Associazione Nazionale Felina Italiana (ANFI) nel 1998.

ASPETTO

Di taglia grande, è un gatto molto agile e muscoloso, che può arrivare a pesare 7-9 Kg (maschio). Le femmine pesano circa 4-6 Kg. Secondo gli standard di razza ha la schiena arcuata, il torace arrotondato e zampe rotonde e massicce. Ha dei ciuffi di pelo tra le dita per non sprofondare nella neve. I suoi occhi sono grandi e leggermente ovali, le orecchie medie con peli corti sul retro e lunghi all’interno, la coda parte molto larga per poi divenire affusolata. I suoi colori variano dal rosso al nero e tartaruga, ma vi sono anche varianti blu, crema, blucrema, silver e smoke. Il colorpoint è detto “Neva Masquerade”.

CARATTERE

Il gatto siberiano ha un carattere dolce e affettuoso, malgrado il suo atteggiamento fiero e talvolta diffidente. È un gatto che sa far sentire la sua presenza e “sceglie” il suo proprietario, al quale si lega molto. È un gatto che ha bisogno di attenzioni costanti e soffre molto la solitudine, per cui è molto importante dedicargli tempo e affetto. Si tratta di un gatto molto attivo e vivace, che ama giocare e ha bisogno di spazio. Va molto d’accordo con i bambini e con altri animali.

CURA E ALIMENTAZIONE

Per il suo mantello molto resistente, il mantello non ha bisogno di cure particolari. Per l’alimentazione è preferibile fargli mangiare cibo fresco, ma si po’ optare anche per un’alimentazione a base di crocchette o umido preconfezionato. Il cibo può essere lasciato a sua disposizione in quanto non ha problemi di obesità e saprà autoregolarsi.

PREZZO

Il prezzo di un gatto siberiano si aggira sui 900-1000 euro. Come per tutte le razze, se si è in cerca di un buon pedigree, è bene diffidare di cuccioli offerti a prezzi bassi. Una garanzia è il test ZTP che garantisce gli standard di razza.

Gatto siberiano: scheda del felino

Photo Credits: Twitter

Commenti

comments