“L’esperto risponde”: la diarrea nel criceto

Nella rubrica settimanale di Velvet Pets un esperto potrà risolvere i dubbi sulla salute dei vostri amici a quattro zampeQuesta settimana parleremo della diarrea del criceto.

Anche i criceti, come molti altri animali, sono spesso soggetti alla diarrea. Si tratta di un disturbo della defecazione caratterizzato da un aumento dell’emissione di una quantità giornaliera di feci con diminuzione della loro consistenza e da un aumento della frequenza di scarica dell’alvo intestinale. In particolar modo per i criceti, la diarrea deve essere subito monitorata poiché può alterare il loro equilibrio fisico in brevissimo tempo.

CAUSE

Tra le cause più comuni di questo disturbo:

  • Wet Tail: la cosiddetta coda bagnata o ileite proliferativa, che è senza dubbio una delle patologie più diffuse nei criceti. Si tratta di una gravissima forma di enterite causata dal batterio Lawsonia intracellularis e la sua via di trasmissione è quella oro-fecale.
  • Enterite da Clostridium piliforme: questo batterio intracellulare provoca la malattia di Tyzzer. I criceti affetti da questa patologia sono soggetti a violenti scariche di diarrea che possono indebolire gravemente il criceto, in particolar modo i soggetti più anziani.
  • Enterite da Salmonella: si tratta di una delle principali cause di tossinfezione alimentare che si manifesta con forti dolori addominali, febbre e diarrea acuta.
  • Alimentazione scorretta: somministrare un’alimentazione inadatta può causare delle scariche di diarrea anche per giorni, portando il criceto ad una disidratazione eccessiva e ad uno squilibrio elettrolitico tale da causarne la morte. Gli alimenti che più favoriscono la diarrea sono i latticini.

TRATTAMENTO

Una volta che il criceto incomincia a manifestare i primi segni della diarrea, bisogna subito iniziare una cura a base di fluidi reidratanti. Nel caso la diarrea sia stata causata dalla Wet Tail (ileite proliferativa) o dalla malattia di Tyzzer è necessario intervenire con dei cicli di antibiotici che dovranno essere prescritti da un veterinario di fiducia. Considerando le dimensioni ridotte di un criceto, una diarrea persistente, se supera i due giorni, non curata correttamente, può provocare il decesso immediato del roditore.

LEGGI ANCHE CRICETI RUSSI: ECCO COME PRENDERSI CURA DI QUESTI PICCOLI ANIMALETTI

“L’esperto risponde”: la diarrea nel criceto

Photo Credits: Twitter

Commenti

comments