Porcellino d’India: scheda della Cavia Domestica

Il porcellino d’India o cavia domestica è un roditore appartenente alla famiglia dei cavidi. Per le loro caratteristiche i porcellini d’India sono spesso scelti come animali da compagnia ed allevati in casa.

La cavia domestica, conosciuta anche come porcellino d’India (Cavia porcellus), maialino d’India o porcellino di mare è un piccolo roditore che appartiene alla famiglia dei cavidi, originario dell’America del Sud. L’origine del suo nome non è molto chiara, alcuni ritengono che sia riferibile al suo verso o a alla sua struttura fisica, simile a quella di un maialino. Il riferimento geografico all’India si ritiene sia frutto di un’errata attribuzione geografica. Si tratta di animaletti molto gradevoli e facili da allevare, per questo spesso sono scelti come animali da compagnia da tenere in casa.

ORIGINI

Addomesticato intorno al 5000 a.C. dai pastori delle tribù delle Ande (Ecuador, Perù e Bolivia), per scopi alimentari e come animali da compagnia, il porcellino d’India fu importato in Europa nel XVII secolo da commercianti olandesi e inglesi.

CARATTERISTICHE

I porcellini d’India sono privi di coda, hanno arti e orecchie corte; gli arti anteriori hanno quattro dita e quelle posteriori tre, con unghie molto taglienti. Possiedono 20 denti a crescita continua, che si mantengono alla stessa lunghezza con il consumo costante di cibo e con lo sgranocchiare altri tipi di materiali. Avendoli in casa bisogna accertarsi che i denti siano costantemente consumati, onde evitare problemi per la loro salute. Ne esistono tantissime varianti di colore e il loro mantello può essere monocromatico o a più colori. I maschi arrivano a pesare 1250 g e misurano 20 cm circa. Vivono in media tra i quattro e gli otto anni. Secondo il Guinness dei primati, la cavia più longeva ha vissuto quindici anni.

CARATTERE

Sono animali lenti e molto timidi, che se ne stanno prevalentemente rifugiati nella loro tana. Hanno uno spiccato senso sociale e allo stato selvatico vivono in piccole colonie composte da femmine, maschi e piccoli, guidati da un maschio dominante, svolgendo tutte le loro attività insieme. Prediligono le ore crepuscolari e, allo stato selvatico, le loro attività si svolgono prevalentemente all’alba ed al tramonto, mentre, se allevate in casa si adattano anche a ritmi diversi.

CURIOSITÀ

Uno degli aspetti più singolari dei porcellini d’India è il loro particolare modo di comunicare, basato su diversi segnali acustici che trasmettono messaggi precisi. Utilizzano inoltre anche segnali olfattivi, soprattutto nel periodo riproduttivo. In origine, tra le popolazioni che per prime hanno allevato questa specie, si riteneva che le cavie avessero il potere di fare uscire gli spiriti maligni dalle persone malate, nel corso di tradizionali rituali di guarigione. Quando sono eccitate, le cavie sono poi solite fare piccoli balzi in alto ripetuti, accompagnati da versi molto acuti. Tale comportamento viene detto “popcorning”.

ALIMENTAZIONE

I porcellini d’India mangiano molto e hanno bisogno di molti liquido nella loro dieta. In cattività i porcellini d’india si nutrono prevalentemente di: avena, pane, latte, foglie di dente di leone e di altre verdure fresche.

COME ALLEVARLO

I porcellini d’india non hanno bisogno di grandi spazi per essere allevati. Le cavie addomesticate vanno tenute in apposite gabbie rifornite continuamente di acqua e cibo. Per il loro carattere è bene tenerli sempre in compagnia e non fargli mai mancare presenza e affetto costante.

Porcellino d’India: scheda della Cavia Domestica

 

Photo Credits: Twitter

Commenti

comments