Come insegnare a un cane il comando “resta” per la sua e la vostra sicurezza

Quando si parla di educazione del cane si intendono soprattutto i comandi che vanno insegnati al proprio miglior amico per la sua e la vostra sicurezza. Uno di questi è certamente il “resta”. Come mai? Perché è bene che ogni 4 zampe impari a non fuggire via quando è al parco e senza guinzaglio (ovviamente là dove è permesso) oppure a non scattare quando incontra una persona, un gatto o un suo simile per la strada (ci sono animali di grossa taglia che con tutto il guinzaglio potrebbero trascinare via il conduttore anche con gravi conseguenze). Ma ci sono anche altre situazioni per cui è bene che il peloso sappia fermarsi e rimanere in attesa del suo premio: come ad esempio davanti a un negozio, quando il proprietario è dentro per una commissione e l’animale è fuori legato a un palo.

L’età per iniziare nell’addestramento è relativa, non è mai né troppo presto, né troppo tardi. Per prima cosa, quindi, mettetevi di fronte al cane e dategli il comando di “seduto” (ovvero uno di quelli base e che gli animali imparano nel corso di una giornata), quindi cominciate a fare un paio di passi indietro tenendo la mano con il palmo aperto verso di lui e pronunciando il comando “resta” con tono deciso. Il vostro cucciolone dovrà rimanere statico nella stessa posizione per almeno 5 secondi. A questo punto voi vi muoverete nella sua direzione prima che si alzi, premiandolo con un boccone goloso e lodandolo con entusiasmo.

Se, invece, si muove dalla posizione prima che abbiate terminato tutto l’esercizio fino al riavvicinamento, ricominciate da capo senza spazientirvi e senza premiarlo: ottenere la ricompensa per esservi venuto incontro, lo confonderebbe. Ripetete l’esercizio aumentando gradualmente distanza e tempo in cui starete di fronte a lui mano a mano che dimostrerà di accettare il grado di separazione raggiunto. Per i primi tempi allontanatevi indietreggiando guardandolo e tenendo il palmo verso di lui senza mai voltargli le spalle, dovete essere pronti a interrompere l’esercizio non appena si alza. Vedrete che con costanza e un po’ di impegno da parte di entrambi in poco tempo riuscirete a vedere i risultati sperati.

Foto by Facebook

Commenti

comments